Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Misti’ Category

Lettera a blog e giornali

Su Il senso della misura, Il Cittadino on Line e Stefanobisi.it trovate la lettera che il segretario Silvio Pucci ha inviato a tutti i giornali locali con alcune puntualizzazioni sulla vicenda che vede coinvolto l’Ateneo soprattutto per quanto riguarda le questioni inerenti al Personale Tecnico Amministrativo.

Per maggiore comodità viene riprodotta anche qui sotto.

(altro…)

Read Full Post »

Comunicazione Confsal

RINNOVO CONTRATTI PUBBLICO IMPIEGO

La Confsal è stata ricevuta dal Ministro Brunetta sulle problematiche riguardanti i rinnovi contrattuali. Ai fini informativi si riporta, di seguito, il relativo Comunicato stampa diramato dalla Segreteria Generale.
Confsal incontra il ministro Brunetta su rinnovo contratti pubblico impiego.
Rimane confermata la mobilitazione.

Roma, 9 dicembre. La Confsal, la prima confederazione sindacale autonoma e fortemente rappresentativa nel pubblico impiego, è stata convocata dal ministro Brunetta per affrontare le questioni riguardanti il rinnovo dei contratti del pubblico impiego per il triennio 2010/2012, con particolare riferimento all’attuazione della “Riforma Brunetta” e all’applicazione dell’intesa del 30 aprile 2009 sul  “nuovo modello contrattuale”.
Il ministro ha assicurato l’immediata stesura di un piano di calendarizzazione di tutti gli adempimenti al fine di creare le condizioni per l’apertura dei negoziati all’Aran e ha confermato l’impegno del Governo, già presente nel disegno di legge finanziaria in corso di approvazione in Parlamento, a stanziare le risorse finanziarie necessarie per i rinnovi contrattuali.
L’impegno del ministro sarà rappresentato in occasione delle assemblee dei lavoratori pubblici organizzate dalle federazioni sindacali di categoria aderenti alla Confsal, già programmate nell’ambito della mobilitazione, che al momento viene confermata.

Read Full Post »

Il Direttivo tenutosi all’inizio del mese di Ottobre ha visto il Vice Segretario Roberto Bartali presentare le proprie dimissioni, motivate dall’impossibilità di dedicare tempo ed energia alle questionis sindacali. E’ subentrata nella carica la collega Carla Garoni.

Read Full Post »

La Corte di Cassazione civile, sez. lavoro con la sentenza 11.09.2008 n. 22858, torna ad occuparsi del mobbing precisando che caratterizzano questo comportamento la sua protrazione nel tempo attraverso una pluralità di atti, la volontà che lo sorregge (diretta alla persecuzione od all’emarginazione del dipendente) e la conseguente lesione, attuata sul piano professionale o sessuale o morale o psicologico o fisico. Lo specifico intento che sorregge il mobbing e la sua protrazione nel tempo lo distinguono da singoli atti illegittimi. Fondamento dell’illegittimità è l’obbligo datoriale di adottare le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale del prestatore. Da ciò, la responsabilità del datore anche ove (pur in assenza d’un suo specifico intento lesivo) il comportamento materiale sia posto in essere da altro dipendente. La responsabilità del datore (ove il comportamento sia direttamente riferibile ad altri dipendenti aziendali) può discendere da colpevole inerzia nella rimozione del fatto lesivo. Per la protrazione del comportamento nel tempo nonché per l’unitarietà dell’intento lesivo, è necessario che da un canto si dia rilievo ad ogni singolo elemento in cui il comportamento si manifesta (assumendo rilievo anche la soggettiva angolazione del comportamento, come costruito e destinato ad essere percepito dal lavoratore) e, d’altro canto, è necessario che i singoli elementi siano poi oggetto d’una valutazione non limitata al piano atomistico, bensì elevata al fatto nella sua complessità e nella sua unitarietà.

Read Full Post »

La Corte di Cassazione, con sentenza 1942/90 e 4940/04 ha accolto il
ricorso di un lavoratore in merito alla reperibilità durante il periodo
di malattia, stabilendo che l’obbligo di reperibilità nelle fasce orarie
8.00-13.00 e 14.00-20.00 previste dalla normativa, vale esclusivamente
sino al verificarsi della visita fiscale, dopodiché il dipendente è
libero di uscire avendo come unico obbligo quello di curarsi seguendo le
indicazioni del medico.
La Corte ha sottolineato inoltre che l’accertamento fiscale dello stato
di malattia debba essere eseguito nel più breve tempo possibile, al fine
di rendere meno gravose le limitazioni imposte al dipendente.
Abbiamo pertanto chiesto all’Amministrazione
una verifica di tali sentenze e della loro applicabilità e, nel caso
tali disposizioni fossero applicabili, di dare opportuni
chiarimenti al Personale interessato.
Per ulteriori approfondimenti:

http://www.iniziativa.info/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=5345
http://www.comuni.it/servizi/forumbb/viewtopic.php?t=59798
http://www.funzionepubblica.it/ministro/rassegna/pdf/e548.pdf

Read Full Post »

Corte di Cassazione, sez. Unite civili – sentenza 9 febbraio 2009 n. 3055
La giurisdizione del giudice amministrativo in materia di concorsi non solo sussiste per le controversie relative a concorsi aperti a candidati esterni (la possibilità di vincitori “esterni” da assumere priva di rilevanza la partecipazione anche di soggetti già dipendenti della P.A.. – cd. concorsi misti – restando ascritta la procedura, unitariamente considerata, ai concorsi pubblici di cui all’art. 97 Cost. e D.Lgs. n. 165 del 2001, art. 35), (altro…)

Read Full Post »

LA POSIZIONE DELLA CONFSAL

sulla pronuncia della Corte di Giustizia Europea del 13 novembre 2008 che individua una discriminazione di genere nel regime pensionistico dei dipendenti pubblici italiani iscritti all’INPDAP.
(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »